5 motivi per cui DEVI passare a FileMaker 19

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Dal mese di maggio 2020, Claris® ha rilasciato FIleMaker 19, l’ultima versione “numerata” dell’azienda di Santa Clara.

Ad ogni rilascio di nuova versione da anni ricevo l’immancabile domanda: 


VALE LA PENA AGGIORNARE?

Solitamente rispondo con un diplomatico “dipende dalle tue esigenze”.

Questa volta invece sono categorico: DEVI AGGIORNARE a FileMaker 19.

Moltissimi sviluppatori hanno già seguito il mio consiglio e hanno aggiornato, ma ho ricevuto anche diverse email di risposta con pareri contrari e spesso questo argomento infiamma il nostro gruppo Facebook FileMaker Developer Italia.

Per questo motivo ho deciso di scrivere questo articolo che contiene i 5 motivi per cui DEVI aggiornare a FileMaker 19, se ancora non lo hai fatto.


1. GLI ADDON

FileMaker 19 ha introdotto gli ADDON, che sono letteralmente pezzi di applicativo già pronti da installare all’interno della tua soluzione.

Questa novità è interessante sia per gli sviluppatori, sia per gli utenti. Vediamo perché.

Sia che tu sia uno sviluppatore che lavora internamente ad una azienda, sia che sviluppi per clienti esterni hai la possibilità di creare e gestire con estrema semplicità dei moduli già pronti da inserire nelle soluzioni che sviluppi.

Da un lato infatti, se lo sviluppo non è il tuo pane quotidiano puoi acquistare moduli già pronti come fossero pezzi di lego e con pochi click aggiungerli al tuo applicativo. Gli addon aggiunti alla tua soluzione si integrano perfettamente al tuo applicativo e puoi anche personalizzarli come preferisci.

Dall’altro, se sviluppi per terzi puoi creare il tuo framework di moduli così da fare un vero e proprio collage a seconda delle richieste che ti vengono fatte dal tuo cliente.

Il risparmio di tempo è fondamentale, in un panorama tecnologico sempre più in fermento, dove la novità è all’ordine del giorno.


2. JavaScript

JavaScript è un linguaggio utilizzato praticamente ovunque, e che ha come punti di forza la flessibilità e la quantità sterminata di librerie disponibili pronte per l’uso. 

Fin’ora l’integrazione con FileMaker era gestita dal classico protocollo fmp://  ( e dall’ingegnosità dell’utente), con tutte le limitazioni dovute al Visualizzatore Web, al passare i dati mediante URL e  all’incompatibilità con WebDirect.

FileMaker 19 infrange  i limiti  con due potenti funzioni che permettono un'integrazione molto più rapida ed efficiente, permettendo di entrare nell'universo JavaScript dalla porta principale.


3. Le finestre a scheda disponibili su WebDirect

Un piccolo passo per l’utente ma un salvatempo per lo sviluppatore.  

Le finestre Scheda, da quando sono apparse in FileMaker 16, hanno rappresentato una vera rivoluzione nelle metodologie di sviluppo e nell’interfaccia utente. 

Unico neo, non erano compatibili con il WebDirect. 

La versione 19 di FileMaker risolve questa mancanza, permettendo di usarne tutta la potenza anche sul web, evitando allo sviluppatore di dover pensare a due differenti procedure, unificando il codice, facendo risparmiare tempo e offrendo all’utente una interfaccia decisamente migliore.


4. Le scorciatoie di Siri

Siri è il potente aiutante vocale di OsX e iOS. 

Utilizzare le scorciatoie di Siri significa permettere sia di avere un accesso diretto al file dal dock di iPhone o iPad, sia di lanciare il file - e addirittura degli script precisi - direttamente a voce. 

Un esempio su tutti? 

“Siri apri il report mensile”. 

Utilissimo sia per gli utenti che lavorano con iOS che per gli sviluppatori che possono gestire meglio il deployment degli applicativi.


5. Passare da un formato all’altro mediante scorciatoia di tastiera

Hai presente quando hai una quantità di formati esagerata in una soluzione e vuoi arrivare velocemente ad un formato specifico?

Ecco, scorrere tra tutti i formati esistenti è una perdita di tempo pazzesca.

Scegliere fra decine (e in alcuni casi centinaia) di formati dai nomi simili da un menù a tendina può diventare davvero una esperienza frustrante. 

La situazione era già migliorata con la schermata di gestione formati, ma prende un sacco di tempo e spezza la concentrazione. 

Avere la possibilità di usare una scorciatoia da tastiera per scrivere un pezzo del nome del formato che ci serve e avere subito una lista dei formati che rispondono al requisito è quindi una vera rivoluzione.


E PER TE, VALE LA PENA AGGIORNARE?

Come detto sopra, solitamente noi rispondiamo con un diplomatico “dipende dalle tue esigenze”.

Ora però voglio sentire la tua opinione: lascia il tuo commento sotto l'articolo o vieni a parlarne con noi sul gruppo Facebook FileMaker Developer Italia.

Crea subito fantastiche app.

Scegli la tua licenza, approfitta degli sconti speciali.

  • OFFERTA

    FileMaker Pro 19 - Licenza singola

    518,40  prezzo IVA esclusa
  • Download immediato di

    Claris FileMaker Pro 19
  • Licenza di attivazione entro 24 ore dall'acquisto
  • Fattura italiana con IVA
  • OFFERTA

    FileMaker Pro 19 - Aggiornamento

    188,10  prezzo IVA esclusa
  • Download immediato di

    Claris FileMaker Pro 19
  • Licenza di attivazione entro 24 ore dall'acquisto
  • Fattura italiana con IVA

Giulio Villani

Utilizza FileMaker dalla versione 2 (A.D. 1993), per sviluppare idee e soluzioni, e risolvere problemi. Membro della Filemaker Business Alliance, sviluppatore Certificato FileMaker 18, 17, 16, 15, 14, 13, 12, 11, FileMaker Certified Trainer, si occupa di formazione, consulenza, sviluppo di soluzioni, con qualche incursione nell’editoria. Oltre a “Sviluppo FileMaker consapevole”, è autore di “FileMaker Pro 9 La Grande Guida” e di “FileMaker Pro 10 La Grande Guida”, entrambi editi da Mondadori Informatica, di articoli e di recensioni sulle principali riviste italiane del settore. Utilizza – con sentimenti ambivalenti – anche PHP, JavaScript, CSS/HTML, MySQL. Feroce capacità di analisi e problem solving.

Lascia un commento

Prendi la corsia preferenziale e risolvi i tuoi problemi di sviluppo FileMaker!

Risorse gratuite

Guru Corner

Altri articoli di Giulio Villani

Ultimi articoli