Claris FileMaker 2023 e Claris Connect

Claris Connect è sempre stato un oggetto separato dal consueto flusso di sviluppo FileMaker.

Certo è lo strumento più semplice per connettere FileMaker con il resto dell'universo, ma un po' per il diverso pricing/licensing, un po' per il fatto che comunque è fuori dalle logiche del nostro amato ambiente di sviluppo, è stato spesso visto come un corpo estraneo.

Già con l'avvento di Claris Studio, la situazione è cambiata, e Claris Connect come parte della Claris Suite è diventato parte integrante del flusso.

FileMaker 2023 chiude il cerchio, portandosi Claris Connect a un solo clic di distanza. O meglio, a una sola istruzione di script di distanza.

L'ultima versione di FileMaker aggiunge infatti l'istruzione Attiva Flusso Claris Connect, che permette di attivare il flusso richiesto direttamente da script. L'istruzione richiede un URL da invocare, e permette di passare parametri e anche la coppia di valori AppID:SecretKey necessarie per l'autenticazione. Come sempre, la risposta viene restituita nella variabile o nel campo specificato nell'istruzione stessa.

Per funzionare, la procedura deve essere sviluppata in parallelo fra FileMaker:

  • si crea un flusso in Connect (o si modifica un trigger esistente configurando un WebHook e il relativo trigger HTTP)
  • si inserisce nello script l'URL fornito dal trigger HTTP
  • In Connect si confermano i dati inviati da FileMaker Pro per continuare con il flusso.

Vediamo come.

Per prima cosa dovremo generare in Claris connect un webhook direttamente dal progetto, mediante la voce Webhooks nel menu di destra . Una volta inserito il nome, ci verranno proposti l'URL, l'AppID e la Secret Key che dovremo utilizzare per lo script FileMaker. Nelle impostazioni del WebHook possiamo anche specificare se utilizzare l'autenticazione o meno (sempre meglio usarla)

Andiamo quindi a lavorare sul flusso vero e proprio. In Claris Connect un flusso si attiva mediante un evento trigger. Un evento può essere una utility o un connettore specifico, anche se non tutti gli elementi possono attivare un flusso: gli elementi abilitati sono evidenziati in fase di scelta.

Per Attivare un flusso da FileMaker dobbiamo scegliere lo strumento HTTP, dato che dovremo invocare da FileMaker il WebHook generato qui.

Nel momento in cui selezioniamo il modulo HTTP nella configurazione dobbiamo inserire il nome del webhook che abbiamo creato in precedenza nel progetto.

Andiamo quindi a impostare lo script in FileMaker, inserendo i dati che abbiamo ricavato dal WebHook, quindi:

  • URL
  • AppID
  • Secret Key

oltre ai dati che dobbiamo passare per la nostra procedura. Creiamo un costrutto JSON con tutto quello che ci serve (nell'esempio, nome, cognome, sesso, età e un file codificato in base64).

Li inseriamo quindi nell'istruzione Attiva Flusso Claris Connect: AppID e chiave vengono inseriti insieme alla destinazione, separati dal carattere : senza spazi.

Eseguiamo quindi lo script da FileMaker e vediamo il risultato: lato filemaker otterremo la destinazione (in questo caso la variabile $j) valorizzata con i dati di conferma del WebHook (se va tutto bene), o un messaggio di errore. In caso di esito positivo avremo qualcosa del genere:

{"_id":"64479d897bfa08361a25c874","appId":"3paoua","webhookId":"test","__v":0,"body":{"action":"script","information":{"cognome":"Edwards","età":84,"file":"77u/SW5kaWNhdG9yZSBkYXRhIGUg[UN_SACCO_DI_CARATTERI_TAGLIATI]IzLTA0LTI0IDIyOjQ2OjQ4LjU5NCArMDIwMAlTdVRyYW5zYXppb25lRmluZXN0cmEuZm1wMTIJMAkqKiogQ29udHJvbGxvIGRpIGNvZXJlbnphIGNvbXBsZXRhdG8sIDc0IGJsb2NjaGkgY29udHJvbGxhdGkK","nome":"Daniela","sesso":"Female"}},"dt_create":"2023-04-25T09:29:45.427Z","dt_update":"2023-04-25T09:29:45.427Z","headers":{"host":"3paoua.apps.connect.claris.com","x-amzn-trace-id":"Root=1-64479d88-4e5d0bd8400aa976496ac3bd","content-length":"147445","authorization":"Basic M3Bhb3VhOmI1ZGY1ZDllZDIzMjcwMWY1ZjdiNjQ2ZjQ0ZTYyZWQ3YTRiMmE0M2M5N2ZjNTM2ZjlmYmExZjRiMTE4OThiY2E=","user-agent":"FileMaker/20.1","accept":"*/*","accept-encoding":"deflate, gzip","content-type":"application/json"},"method":"POST","name":"test","sync":true,"id":"64479d897bfa08361a25c874"}

Possiamo quindi passare a Claris Connect. Con i dati ricevuti possiamo fare qualunque cosa: passare il file ad un altra app (ad esempio su DropBox o GoogleDrive, oppure attivare una procedura di firma con DocuSign), operare sul testo ricevuto e così via. Nell'esempio viene mostrata una decodifica del base64 passato da FileMaker, perché mostra come il testo inviato viene gestito dalle successive azioni del flusso:

Ovviamente poi sono disponibili tutte le azioni e le funzioni di Connect (If/then, Repeat, stop) e la possibilità di chiamare un webhook di ritorno o direttamente FileMaker Server, mediante l'apposito Connettore.

Combinato con il fatto che l'istruzione Attiva Flusso Claris Connect è eseguibile lato server (quindi compatibile con WebDirect), FileMaker 2023 ci consegna chiavi in mano un tool potente e veloce che permette di risparmiarci molto lavoro di connessione diretta alle API dei vari servizi. Ovviamente siamo limitati dalla compatibilità di Connect con i vari servizi, ma di certo rappresenta un gigantesco passo avanti in termini di interoperabilità e di semplicità di uso.

Non mi resta che darvi appuntamento per parlare della nuova release di FileMaker nel nostro Bar FileMaker interamente dedicato a FileMaker 2023, che si terrà il 6 Maggio 2023 alle ore 10 (clicca qui per iscriverti e ricevere reminder e aggiornamenti). E ricorda, l’accesso al Bar FileMaker è gratuito, ma a numero chiuso, e sarà disponibile esclusivamente LIVE.




Nessuna domanda trovata.

Giulio Villani

Utilizza FileMaker dalla versione 2 (A.D. 1993), per sviluppare idee e soluzioni, e risolvere problemi. Membro della Filemaker Business Alliance, sviluppatore Certificato FileMaker su tuttele versioni a partire dalla 11, FileMaker Certified Trainer, si occupa di formazione, consulenza, sviluppo di soluzioni, con qualche incursione nell’editoria. Oltre a “Sviluppo FileMaker consapevole”, è autore di “FileMaker Pro 9 La Grande Guida” e di “FileMaker Pro 10 La Grande Guida”, entrambi editi da Mondadori Informatica, di articoli e di recensioni sulle principali riviste italiane del settore. Utilizza – con sentimenti ambivalenti – anche PHP, JavaScript, CSS/HTML, MySQL e NoSQL. Feroce capacità di analisi e problem solving.
Cerca
Prendi la corsia preferenziale e risolvi i tuoi problemi di sviluppo FileMaker!

Risorse gratuite

Guru Corner

Altri articoli di Giulio Villani

Ultimi articoli

FileMaker 2024 e l'intelligenza artificiale

Anche detto: Cosa ho capito dell’intelligenza artificiale senza conoscere l’intelligenza artificiale Nel corso della scorsa settimana sono stato alla Dotfmp 2024, la conferenza dedicata agli

Leggi...