Copia e incolla in FileMaker, anno 2023

Copia e incolla è una delle funzioni più preziose che gli sviluppatori di FileMaker hanno a disposizione. Non stiamo parlando ovviamente delle istruzioni di script, giustamente deprecate da una dozzina di versioni, ma della possibilità di copiare e incollare parte della struttura all'interno dello stesso file o su file separati.

Claris ha implementato la possibilità in varie aree, non sempre con coerenza e costanza. Vediamo quali sono le possibilità che abbiamo a disposizione:

Aree generali

  • Liste Valori (senza pulsanti visibili, dalla versione 16)
  • Funzioni personalizzate (senza pulsanti visibili, dalla versione 17)
  • Menu personalizzati (set e singoli menu, senza pulsanti visibili, dalla versione 17 )
  • Tabelle
  • Campi
  • Script
  • Istruzioni di script (dalla versione 16 si può copiare e incollare l'istruzione importa record mantenendo la memoria dei campi importati)
  • Oggetti di formato (Limitazioni: è possibile copiare un singolo segmento di una barra pulsanti ma non è possibile rincollarlo all'interno di un'altra barra, gli oggetti copiati e incollati non mantengono l'ordine di inserimento).

Quello che non si può copiare

  • Formati o sezioni
  • Qualunque cosa nel grafico relazionale
  • formattazione condizionale
  • l'ordine di inserimento nei formati
  • Set di privilegi

Contrariamente a quello che avviene quando si importa, copiando e incollando dati non è possibile riscontrare eventuali errori, dato che non viene creato un file di Import.log

Conoscere cosa si può copiare e cosa no, sicuramente aiuta la velocità di sviluppo, e ne aumenta le possibilità.

Struttura degli elementi copiati

Ma è anche importante scoprire come FileMaker gestisce il copia e incolla delle diverse parti. Se copia e incolla usa lo stesso metodo, come fa FileMaker a capire che quello che è stato copiato è una istruzione di script (e quindi non può esser incollato su un formato), o viceversa un oggetto di formato che non può essere incollato all'interno di uno script?

Tutti gli elementi della struttura di FileMaker sono descritti in un costrutto XML (detto snippet, dal nodo di base fmxmlsnippet).

L'istruzione di script esporta record riportata in forma di snippet

Quando si copia un elemento, il relativo costrutto viene codificato con un tipo di dati diverso a seconda del tipo di elemento e della piattaforma, secondo la seguente tabella:

OggettoTipo di dati OSXTipo di dati Windows
Tabelledyn.ah62d4rv4gk8zuxnykkMac-XMTB
Campidyn.ah62d4rv4gk8zuxngkuMac-XMFD
Funzioni personalizzatedyn.ah62d4rv4gk8zuxngm2Mac-XMFN
Liste valoridyn.ah62d4rv4gk8zuxn0muMac-XMVL
Scriptdyn.ah62d4rv4gk8zuxnxkqMac-XMSC
Istruzioni di Script:dyn.ah62d4rv4gk8zuxnxnqMac-XMSS
Oggetti formatodyn.ah62d4rv4gk8zuxnqgkMac-XML2
     Menu personalizzatipublic.utf16-plain-textCF_UNICODETEXT

Perché è importante?

Perché intercettando il tipo di dati possiamo trasformare gli oggetti FileMaker in testo e il testo in oggetti FileMaker, creandoci delle librerie di oggetti da poter gestire in autonomia e richiamare a piacere, o addirittura modificare a livello di testo, per creare automatismi.

È proprio quello che abbiamo creato nell'ambito del nostro corso Fondamenti XML per sviluppatori FileMaker, un tool per gestire le librerie degli oggetti più utilizzati nello sviluppo, siano tabelle, oggetti di formato o script.

Se ti serve aiuto per mettere le ali alla tua soluzione FileMaker, ci trovi sul FileMaker Guru Corner, il nostro forum e nella nostra meravigliosa community Facebook FileMaker Developer Italia dove facciamo assistenza gratuitamente. Se invece hai bisogno di un preventivo per una consulenza, mandaci una email (team@fmguru.it)!




Giulio Villani

Utilizza FileMaker dalla versione 2 (A.D. 1993), per sviluppare idee e soluzioni, e risolvere problemi. Membro della Filemaker Business Alliance, sviluppatore Certificato FileMaker su tuttele versioni a partire dalla 11, FileMaker Certified Trainer, si occupa di formazione, consulenza, sviluppo di soluzioni, con qualche incursione nell’editoria. Oltre a “Sviluppo FileMaker consapevole”, è autore di “FileMaker Pro 9 La Grande Guida” e di “FileMaker Pro 10 La Grande Guida”, entrambi editi da Mondadori Informatica, di articoli e di recensioni sulle principali riviste italiane del settore. Utilizza – con sentimenti ambivalenti – anche PHP, JavaScript, CSS/HTML, MySQL e NoSQL. Feroce capacità di analisi e problem solving.
Cerca
Prendi la corsia preferenziale e risolvi i tuoi problemi di sviluppo FileMaker!

Risorse gratuite

Guru Corner

Altri articoli di Giulio Villani

Ultimi articoli

FileMaker 2024 e l'intelligenza artificiale

Anche detto: Cosa ho capito dell’intelligenza artificiale senza conoscere l’intelligenza artificiale Nel corso della scorsa settimana sono stato alla Dotfmp 2024, la conferenza dedicata agli

Leggi...