JSON e FileMaker, anno 2023

JSON è il linguaggio che ha negli ultimi anni ha avuto il maggiore incremento. Solo pochi anni fa era un nome "strano", utilizzato in procedure specifiche, specialmente all'interno di un'altro linguaggio che cresceva a vista d'occhio: JavaScript.
FileMaker stesso non aveva grandi possibilità di interfaccia con JSON: contrariamente al più consolidato XML, la cui struttura consentiva un utilizzo delle funzioni di testo per ricavarne i contenuti o creare addirittura file, JSON costringeva l'utente all'utilizzo di plugin per una interfaccia di base.

FileMaker 16 ha cambiato tutto, introducendo delle delle funzioni dedicate che permettevano all'utente di lavorare con JSON in un modo naturale, perfettamente integrato nel motore di calcolo.

Le funzioni introdotte con la versione 16 sono state integrate nelle versioni successive, aggiungendo maggiore efficacia: negli anni gli sviluppatori hanno poi creato una serie di funzioni personalizzate per aggiungere possibilità alla manipolazione di JSON.

Ma per quale motivo uno sviluppatore FileMaker dovrebbe conoscere JSON? In realtà, i motivi sono molti.

Il primo (e più evidente) è la necessità di connettersi ad altre piattaforme e tecnologie, mediante API o altro metodo, che normalmente usano JSON come linguaggio di trasmissione dati.

Ma anche rimanendo all'interno di FileMaker, JSON ha una serie di vantaggi:

  • è molto efficiente nel contenere dati
  • è un sistema gerarchico e autocontenuto
  • viene utilizzato in alcune interessanti istruzioni di script
  • viene utilizzato spesso quando lavoriamo con il visualizzatore web
  • partendo dalle funzioni del motore di calcolo è semplice creare dei costrutti JSON a livello di record, record correlati o campi presenti su un formato (basta una singola funzione WHILE - che sia benedetta 🙂 )
  • è uno dei modi più efficienti per passare informazioni nei parametri script

Quindi utilizzare JSON all'interno del proprio metodo di sviluppo rappresenta un grande balzo qualitativo, non solo nella connessione a sistemi esterni o nel rendere più efficienti script e calcoli: aiuta anche a figurarsi i dati a livello mentale in maniera astratta, uscendo dalla gabbia imposta dal sistema campo/tabella.

Compila il form e iscriviti gratuitamente al primo appuntamento del corso Fondamenti JSON per sviluppatori FileMaker:

Mercoledì 8 Febbraio 2023 ore 10:00

Privacy Policy*

Altri corsi su JSON:




Giulio Villani

Utilizza FileMaker dalla versione 2 (A.D. 1993), per sviluppare idee e soluzioni, e risolvere problemi. Membro della Filemaker Business Alliance, sviluppatore Certificato FileMaker su tuttele versioni a partire dalla 11, FileMaker Certified Trainer, si occupa di formazione, consulenza, sviluppo di soluzioni, con qualche incursione nell’editoria. Oltre a “Sviluppo FileMaker consapevole”, è autore di “FileMaker Pro 9 La Grande Guida” e di “FileMaker Pro 10 La Grande Guida”, entrambi editi da Mondadori Informatica, di articoli e di recensioni sulle principali riviste italiane del settore. Utilizza – con sentimenti ambivalenti – anche PHP, JavaScript, CSS/HTML, MySQL e NoSQL. Feroce capacità di analisi e problem solving.
Cerca
Prendi la corsia preferenziale e risolvi i tuoi problemi di sviluppo FileMaker!

Risorse gratuite

Guru Corner

Altri articoli di Giulio Villani

Ultimi articoli

FileMaker 2024 e l'intelligenza artificiale

Anche detto: Cosa ho capito dell’intelligenza artificiale senza conoscere l’intelligenza artificiale Nel corso della scorsa settimana sono stato alla Dotfmp 2024, la conferenza dedicata agli

Leggi...