Claris FileMaker 2023: piattaforma più sicura, più performante, più connessa

Claris FileMaker 2023 è disponibile da oggi per tutte le piattaforme.

La caratteristica principale di FileMaker 2023 è sicuramente legata alle prestazioni e alla connettività, necessarie per supportare l’esigenza di scalabilità, interscambio di dati e prestazioni che ogni business moderno richiede.

Sono stati aumentati sia il numero dei file ospitabili (da 128 a 256) e il limite di utenti su Claris FileMaker WebDirect arriva a 1,000 client simultanei senza compromettere le performance. E se è vero che la potenza è nulla senza il controllo, ecco arrivare miglioramenti significativi anche sul fronte della sicurezza: FileMaker ora supporta Open SSL 3.0, Invia e-mail con autenticazione OAuth 2.0 e introduce il tanto desiderato audit-log attraverso un nuovo script trigger.

https://www.youtube.com/watch?v=OWeN5X89aVM

La novità che parte dal nome

Partendo da FileMaker 2023, lo schema della numerazione di FileMaker sarà sempre basata sull’anno corrente. Questa modifica vuole riflettere la volontà di Claris di dedicarsi in continui miglioramenti e investimenti future su FileMaker di anno in anno. Questa decisione allinea Claris FileMaker agli standard di mercato seguiti dalla maggior parte dei software, ma soprattutto permette allo sviluppatore di avere sempre ben chiaro se stanno usando l’ultima versione disponibile o devono effettuare un upgrade.

Se vuoi approfondire il discorso puoi trovare un articolo qui.

E non è solo in naming a cambiare: FileMaker 2023 introduce le nuovissime icone, non solo di FileMaker ma anche di Claris Connect.

Un bel blu elettrico e due triangolini che a noi italiani ricordano tanto il logo della Rai.

Non solo novità estetiche

Ovviamente la nuova versione non porta solo innovazioni estetiche, ma lavora pesantemente sulle prestazioni e sulla scalabilità, elementi che sono quanto mai importanti nel 2023. Come accennato in apertura, Webdirect va di diritto a guadagnarsi una doppia citazione con i suoi 1.000 utenti simultanei (numeri impensabili poco tempo fa) e la possibilità di hostare fino a 256 file. In più anche il motore di WebDirect è stato oggetto di una bella pompata infrastrutturale, con l'aggiornamento delle librerie delle tecnologie che ne permettono il funzionamento. Tra le centinaia di modifiche, c’è il supporto a Java 17 e finalmente possiamo rimuovere gli utenti disconnessi, con buona pace delle performance.

Se vuoi saperne di più sulle novità tecniche, leggi l’articolo di Giulio Villani cliccando qui.

Ma è sul fronte della sicurezza che ci sono le novità più golose per noi developer. Dopo secoli arriva lo script trigger che innesca finalmente un audit-log nativo. Se vuoi saperne di più leggi l’articolo di Giulio Villani cliccando qui.

Vale la pena di citare anche il supporto per Ubuntu 22 LTS su processori Intel e l'inedito supporto anche per processori ARM. che offre molte più opzioni di personalizzazione, migliori performance e un miglior rapporto efficienza/prezzo.

FileMaker Server

Sul fronte di FileMaker Server, ora la Admin Console e le FileMaker Data API girano su Node.js 18, gli script error vengono salvati in un log dedicato e potremo ricevere una notifica quando i nostri script su server vengono terminati. Aria fresca!

Finalmente FileMaker e Claris Connect interagiscono tra loro!

Sul fronte delle novità inaspettate ma assai gradite abbiamo finalmente un punto di incontro saldo tra Claris FileMaker e Claris Connect.

Le piattaforme finalmente si incontrano grazie alla nuova istruzione che permette di attivare un flow di Claris Connect con un semplice script.

Diventa quindi estremamente semplice integrare nelle nostre applicazioni FileMaker altre app esterne che utilizziamo quotidianamente (es. Slack, Trello, Outlook e così via), grazie alla possibilità di automatizzare dei workflow che eliminano task manuali e incrementano la produttività.

E – diciamocelo – questa integrazione rende finalmente utile Claris Connect, che per l’occasione si presenta addirittura con un piano developer che sarà completamente gratuito.

Un momento storico non poteva che essere oggetto di un articolo dedicato di Giulio Villani che troverai qui.

In conclusione

FileMaker 2023 porta con sé anche 500 miglioramenti rispetto a FileMaker 19.6 divisi tra performance, stabilità e affidabilità della piattaforma. Un bug fixing di tutto rispetto, che viene accolto a braccia aperte da tutti gli sviluppatori.

Non mi resta che darvi appuntamento per parlare della nuova release di FileMaker nel nostro Bar FileMaker interamente dedicato a FileMaker 2023, che si terrà il 6 Maggio 2023 alle ore 10 (clicca qui per iscriverti e ricevere reminder e aggiornamenti). E ricorda, l’accesso al Bar FileMaker è gratuito, ma a numero chiuso, e sarà disponibile esclusivamente LIVE.




Nessuna domanda trovata.

Evelyn Strappaveccia

Cerca
Prendi la corsia preferenziale e risolvi i tuoi problemi di sviluppo FileMaker!

Risorse gratuite

Guru Corner

Altri articoli di Evelyn Strappaveccia

Ultimi articoli

FileMaker 2024 e l'intelligenza artificiale

Anche detto: Cosa ho capito dell’intelligenza artificiale senza conoscere l’intelligenza artificiale Nel corso della scorsa settimana sono stato alla Dotfmp 2024, la conferenza dedicata agli

Leggi...